BELLEZZA

Che cos’è la bellezza? Mi chiedo quale sia l’equazione della bellezza. In realtà mi chiedo anche se esista. C’è chi, la bellezza, la trova davvero in una equazione, chi invece la trova in una poesia di Ungaretti.

Mi chiedo se sappiamo meravigliarci ancora dinanzi alle varie, piccole, grandi bellezze che la vita ogni giorno ci offre. Quando è stata l’ultima volta che hai detto “wow”?

Credo che una formula della bellezza non esista, e forse, è ciò che rende tutto straordinariamente bello: una parola, un viso, un quadro, una melodia, un’anima, un gesto.

Credo che ci voglia un’educazione alla bellezza. Non tanto un conformismo di canoni ma una maggior libertà di esprimere un sentimento, un emozione. Un’esperienza unica, potente, imprevedibile che ci illumuna d’immenso.

Quando è stata l’ultima volta che ti sei meravigliato? Ecco, oggi può essere la mattina giusta per iniziare la ricerca della bellezza, tua e quella che ti sta attorno, anche là dove non te l’aspetti.

CORAGGIO

C’è una parola bella, che dovremmo sempre tenere con noi in tasca, come il pane in casa. Quella parola è coraggio. Sapete da dove proviene? Dal provenzale “corage“, derivato dal latino “cor“, cuore.

Ecco, quando parlo di coraggio non mi riferisco a imprudenza, spavalderia o violenza, ma di qualcosa di puro, che parte da noi e che diventa poi esemplare per gli altri. Non parlo di chi alza la voce, addirittura le mani, ma di chi decide di essere libero, sceglie di fare la cosa giusta. Di questo si tratta, agire con il cuore. Il coraggio non lo si mette in mostra.

Che ne dite, proviamo ad essere coraggiosi? Non abbiamo bisogno di gesta eclatanti. Partiamo dalle parole. Disseminiamo briciole di coraggio.

Parole magiche in casa

Abbiamo passato giorni lunghi, anche difficili, che sembravano eterni. Mesi in cui tanti di noi hanno conosciuto la solitudine, il senso di smarrimento, la paura.

Altri hanno riscoperto momenti di gioia in piccole cose: la fraganza del pane appena sfornato, la chiamata inattesa di un amico lontano, il dolce e lento scandire del tempo.

Alcuni si sono reinventati, altri sono rimasti quasi uguali. Io, in quei giorni cercavo, come al solito, di dare il mio contributo e un senso a un’idea, o forse, un bisogno che accomunava sempre più persone.

L’essenziale è invisibile agli occhi, diceva il Piccolo Principe, e lo si ritrova in azioni semplici, quotidiane, come quelle descritte nel libro.
Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.”…cantava Fabrizio De André, uno che aveva la capacità di trasformare le parole, in arte, poesia.

Mi piace pensare che questo piccolo progetto possa avere il suo stesso potere, quello di risvegliare gli animi, rispolverare sentimenti e valori.

Voglio raccontarvi storie di parole magiche, il mio desiderio è quello che possano entrare nelle vostre case e che possano emanare il loro dolce sapore d’umanità. Siete pronti per questa avventura?

LE PAROLE DELL’UMANITÀ

Da una campagna crowdfunding alla libreria

Da una campagna crowdfunding alla libreria.

Lo studio “Le Maus, la casa editrice “People e tanti amici continuano ad accompagnarci in questo viaggio di scoperta delle parole. Unisciti a noi!

Ordina la tua copia